Walkingshadow.info

Walkingshadow.info

Scaricare whatsapp su tablet

Posted on Author Samumuro Posted in Ufficio

In alternativa, se si vuole utilizzare lo stesso account di WhatsApp sullo smartphone e sul tablet, si possono scaricare delle applicazioni che consentono di usare. Per scaricare WhatsApp su tablet Android puoi agire innanzitutto dal Play Store, per vedere se riesci a installare l'app tramite lo store ufficiale del tuo dispositivo. Per prima cosa devi installare WhatsApp sul tuo tablet, dopodiché dovrai seguire queste semplici istruzioni. Come scaricare WhatsApp sui tablet con SIM? Mac o Windows PC. WhatsApp deve essere installata sul tuo telefono. Cliccando sul tasto Scarica, accetti i nostri Termini e Informativa sulla privacy.

Nome: scaricare whatsapp su tablet
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 16.66 MB

In una società frenetica come la nostra, offrire agli utenti la possibilità di rimanere in contatto in maniera discreta, lasciando un messaggio che il destinatario potrà visualizzare appena sarà libero da impegni, si è rivelata una scelta vincente. Oggi è difatti possibile inviare messaggi vocali, scambiare immagini o altri tipi di file multimediali con estrema semplicità. In accordo alla sua funzione sempre più social è stata, inoltre, implementata la possibilità di poter condividere uno stato, che sarà visibile a tutti i propri contatti per 24 ore.

Nuovi usi di WhatsApp Gli usi di WhatsApp si sono ampliati nel tempo e grazie alla sua versatilità oggi è usata sempre più spesso anche in contesti lavorativi.

In questo caso ci sono alcuni accorgimenti da osservare, che possono variare a seconda della natura del supporto che si desidera usare. Ci occuperemo in seconda battuta di questa casistica, analizzando per ora i passi da effettuare per installare WhatsApp su Tablet provvisti di alloggio per una scheda Sim.

Skip links

Superato anche questo step, arriviamo a quello più importante e apparentemente più difficile : ricevere il codice di convalida. Le strade che possono essere intraprese per risolvere questo tipo di problema sono diverse. In questo caso è necessario collegare il proprio dispositivo a una rete wireless e scaricare il client ufficiale di WhatsApp.

Infatti, su internet esistono dei siti che permettono di avvalersi di numeri di telefono usa e getta, pensati proprio per ricevere SMS di attivazione da parte di vari servizi, una sorta quindi di numero falso per WhatsApp. Di fatto, è bene specificare che trovarne uno che possa essere utilizzato per tale importante portale di messaggistica non è facile, in quanto è probabile che i numeri messi a disposizione siano già stati utilizzati per attivare altri account.

Tuttavia, è bene provare e non scoraggiarsi subito.

Solitamente, tali siti non richiedono né registrazioni via email, né tanto meno numeri di telefono da utilizzare come conferma della propria identità. Nel caso in cui ci si imbatta in siti in cui è prevista una qualche sorta di registrazione o qualora venga richiesto del denaro, è meglio cercare altrove.

Avvia quindi la app e pigia sul pulsante Continua. Quello che devi fare è attendere il termine del countdown e digitare il codice di verifica che hai ricevuto via SMS sul cellulare per attivare manualmente il tuo account.

Se non hai ricevuto il messaggino, pigia sul pulsante Chiamami e inserisci il codice che ti verrà dettato telefonicamente sempre sul numero di cellulare che hai indicato in precedenza. Hai appena completato la procedura per installare WhatsApp su tablet.

Nota: se utilizzi un tablet Android dotato di supporto alle chiamate vocali e hai una SIM inserita nel device, puoi attivare WhatsApp normalmente come se si trattasse di uno smartphone, ma chiaramente dovrai usare il numero della SIM inserita nel tablet e non quello del tuo cellulare quindi avrai due account separati. WhatsApp per iPad Se hai un iPad, per utilizzare WhatsApp devi per forza sbloccare il tuo dispositivo tramite jailbreak e installare un tweak, ossia un programmino, che abilita il funzionamento del servizio su tablet.

Poi non dirmi che non ti avevo avvertito! Autore Salvatore Aranzulla Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia.


Articoli simili: