Walkingshadow.info

Walkingshadow.info

Allenamento di scarico in piscina

Posted on Author Sashicage Posted in Rete

  1. Programmi di allenamento nuoto
  2. ALLENAMENTO EXTRA? ECCO COSA FARE IN ACQUA
  3. Concetti Chiave

Man mano che i modelli di allenamento si sono evoluti anche il recupero è Diciamo che durante la fase di scarico come esercizio di tecnica puoi fare questo​: studia la piscina, i blocchi di partenza, perfino gli spogliatoi. Segui il programma di allenamento nuoto più adatto a te, qualunque sia il tuo livello. i primi nove con un carico crescente, mentre gli ultimi tre sono di scarico​. Aiutarti a migliorare la prestazione in gara, sia in piscina che in acque libere. Si è scientificamente dimostrato che dopo una seduta impegnativa, un qualsiasi allenamento o gara di una certa intensità, fare una corsa o. settimana di scarico (Pagina 1) — Tutto Master! Ma non importa;direi che potresti farti due allenamenti fatti bene,uno come richiamo di soluzioni valide,​oppure potresti semplicemente andare in piscina e fare quello che ti.

Nome: allenamento di scarico in piscina
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 36.29 Megabytes

Per questo esercizio devi restare vicino al bordo della piscina. Mantieni l'equilibrio appoggiando la mano destra alla parete; l'ideale è restare immerso fino al petto. Sposta il peso corporeo su questa gamba piegando il ginocchio. Solleva la gamba sinistra piegando il ginocchio, alzandola il più possibile.

Il tuo obiettivo è quello di portare il ginocchio al petto. Ripeti il movimento 5 volte per ciascuna gamba.

Abbiamo grandi aspettative per la gara e non vogliamo che qualcosa vada storto. Una volta iniziato lo scarico, ci sono delle cose che dobbiamo ricordare.

Eccone 10 1.

A volte ti sentirai riposato e pronto anche con un paio di giorni di scarico. Altre volte ti faranno scaricare anche due settimane e non ti sentirai completamente pronto. Bisogna affidarsi al processo anche quando i risultati non sono immediatamente evidenti. Ricorda che stai affrontando un processo di consolidamento di mesi di allenamento.

Senti di avere una vera eccedenza di energia. Se non tiri su un bilanciere da tre mesi, lascia perdere una seduta in palestra! Prendi lo scarico come un momento per ascoltare il tuo corpo.

Ho visto compagni di squadra giocare a calcio tre giorni prima delle gare ed arrivare al blocco zoppicando! Prova il nuovissimo costume da gara, i costosi occhialini appena comprati.

Il costumone, specie se è nuovo, ti porterà via molto tempo per indossarlo.

Programmi di allenamento nuoto

Provarlo prima ti permetterà di capire come indossarlo più velocemente prima della gara. Ricorda di non iper-estendere la schiena durante l'esercizio. L'equilibrio o "propriocezione" è un aspetto importante per la salute della schiena. Cerca di rimanere su una sola gamba mentre ti trovi in piscina.

Per rendere l'esercizio più impegnativo, chiudi gli occhi. Mantieni la posizione per tutto il tempo che ti è possibile. Esegui ripetizioni, poi passa all'altra gamba. Muovere le gambe in questo modo all'interno dell'acqua aumenta la tonicità dei muscoli del corsetto addominale e di conseguenza riduce il mal di schiena. Appoggia i gomiti sul bordo della piscina mentre dai le spalle alla parete della stessa.

Devi stare in un punto in cui l'acqua è abbastanza profonda, in modo da poter muovere i piedi senza toccare il fondo. In altri termini, solleva un ginocchio e ruota il piede in avanti, seguendo una traiettoria circolare che lo porta indietro. L'altro piede dovrebbe trovarsi simultaneamente nel punto diametralmente opposto del cerchio, ruotando in avanti e poi indietro. Puoi sfruttare questo movimento per spostarti in acqua. Usa anche le braccia e lascia che i piedi ti spostino nell'acqua.

Puoi usare un tubo di gommapiuma per supportare il galleggiamento. Chinati leggermente verso la parete e appoggia i gomiti al bordo della piscina per sostenerti. Solleva contemporaneamente entrambe le gambe, poi spingile verso il basso. Il livello dell'acqua dovrebbe raggiungere il petto affinché questo esercizio sia efficace.

In alternativa, puoi sederti sul bordo della piscina e ripetere il movimento; in questo modo l'esercizio risulta un po' più semplice. Anche modificare la tua alimentazione e provare nuove strade prima di una gara è un grossolano errore.

Le sperimentazioni vanno fatte ben prima delle gare e testate a fondo per essere sicuri che non impattino negativamente sulla tua prestazione. Se mantieni una dieta sana durante tutto l'anno e modifichi l'apporto calorico e nutritivo a seconda dei cambiamenti del tuo allenamento, non variare queste abitudini prima di una gara solo per provare qualcosa di nuovo.

ALLENAMENTO EXTRA? ECCO COSA FARE IN ACQUA

Incorpora il lavoro in velocità durante tutto l'anno e sii felice se ti senti stanco poiché è la conseguenza di un allenamento duro. Quella fatica post-allenamento è il tuo corpo che si rafforza in risposta alle sfide a cui l'hai sottoposto.

Ma solo se hai dato ai tuoi muscoli la possibilità di recuperare! Per questo l'allenamento dovrebbe essere un'attività ciclica: duro lavoro, recupero, ripetere.

Concetti Chiave

Quando recuperi con la fase di scarico permetti ai muscoli di recuperare completamente. Per fare questo: Diminuisci il metraggio totale di ogni allenamento e aumenta il recupero tra una serie e l'altra Fai meno allenamenti a settimana Diminuisci gli allenamenti a secco in palestra Evita attività faticose, tipo spalare la neve, spostare mobili, fare le 6 di mattino in discoteca Abbassa l'intensità di alcune serie Questo non significa interrompere completamente il lavoro o fare le serie come un nuotatore "loffo".

Man mano che il recupero funziona diventa più facile gareggiare a velocità di gara.

Questo tipo di sforzo ti aiuta anche a gestire l'allocazione delle energie durante la competizione. Semplicemente, durante lo scarico, non lavorare talmente sodo da esaurire le tue energie. All'atto pratico Quando dovresti iniziare con la fase di recupero?


Articoli simili: