Walkingshadow.info

Walkingshadow.info

Formulario carico e scarico rifiuti

Posted on Author Megor Posted in Antivirus

La seguente istruzione operativa vuole essere un supporto alla corretta compilazione del registro di carico e scarico e del formulario di identificazione rifiuti. Il Registro di carico e scarico rifiuti è il documento ambientale sul quale devono essere registrati tutti i carichi e gli scarichi di rifiuti. Lo schema. Il registro di carico/scarico è un vero e proprio registro di contabilità dei rifiuti e costituisce prova della tracciabilità dei rifiuti, della loro. Il registro di carico e scarico, congiuntamente al formulario, costituisce prova della tracciabilità dei rifiuti, della loro produzione e del loro invio a.

Nome: formulario carico e scarico rifiuti
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 25.79 Megabytes

Fino alla definizione e alla piena operatività di tale nuovo sistema, i soggetti che erano obbligati ad aderire al SISTRI, dovranno assicurare la tracciabilità dei rifiuti attraverso la tenuta dei FIR e dei Registri di carico e scarico nella versione cartacea. Di seguito di riportano le versioni degli artt. I soggetti di cui all'articolo , comma 3 hanno l'obbligo di tenere un registro di carico e scarico su cui devono annotare le informazioni sulle caratteristiche qualitative e quantitative dei rifiuti, da utilizzare ai fini della comunicazione annuale al Catasto.

I soggetti che producono rifiuti non pericolosi di cui all'articolo , comma 3, lettere c , d e g , hanno l'obbligo di tenere un registro di carico e scarico su cui devono annotare le informazioni sulle caratteristiche qualitative e quantitative dei rifiuti. Le annotazioni devono essere effettuate: a per i produttori, almeno entro dieci giorni lavorativi dalla produzione del rifiuto e dallo scarico del medesimo; b per i soggetti che effettuano la raccolta e il trasporto, almeno entro dieci giorni lavorativi dalla effettuazione del trasporto; c per i commercianti, gli intermediari e i consorzi, almeno entro dieci giorni lavorativi dalla effettuazione della transazione relativa; d per i soggetti che effettuano le operazioni di recupero e di smaltimento, entro due giorni lavorativi dalla presa in carico dei rifiuti.

Il registro tenuto dagli stabilimenti e dalle imprese che svolgono attività di smaltimento e di recupero di rifiuti deve, inoltre, contenere: a l'origine, la quantità, le caratteristiche e la destinazione specifica dei rifiuti; b la data del carico e dello scarico dei rifiuti ed il mezzo di trasporto utilizzato; c il metodo di trattamento impiegato.

Questi tipi di registi si possono comprare in una cartoleria ben fornita!

Sono elencati tutti i possibili tipi di rifiuti e le loro caratteristiche fisiche. Tutte le pagine del Registro devono essere numerate in ordine crescente, a volte con la vidimazione capita che le pagine si incollino, è importante non saltarne nessuna!!! Solido pulverulento, 2.

Solido non pulverulento, 3. Fangoso palabile, 4. Se il rifiuto è pericoloso bisogna indicare anche la classe di pericolosità HP corrispondente al rifiuto.

Insieme al Formulario di Identificazione Rifiuto, consente, proprio come una contabilità dei rifiuti, la loro tracciabilità. La normativa di riferimento è contenuta nel decreto legislativo del Tutti gli imprenditori, artigiani e commercianti che, nello svolgimento della loro attività, generano degli scarti sono considerati produttori di rifiuti.

Sono esclusi da questo obbligo i produttori di rifiuti speciali pericolosi non inquadrati sotto forma di ente o impresa, ad esempio: dentisti, tatuatori, veterinari.

Nel loro caso è sufficiente conservare in ordine cronologico i Formulari di Identificazione Rifiuto degli ultimi cinque anni.

In relazione:VALVOLA DI SCARICO 2T

Quello che interessa i produttori è il Modello A, mentre il Modello B è riservato ai commercianti e intermediari di rifiuti. Vediamo ora nel dettaglio come compilare correttamente il Modello A del Registro di Carico e Scarico. Partiamo da alcune formalità preliminari.


Articoli simili: